Warning: include(/opt/lampp/htdocs/wp-content/upgrade/functions.php): failed to open stream: No such file or directory in /opt/lampp/htdocs/wp-config.php on line 85

Warning: include(): Failed opening '/opt/lampp/htdocs/wp-content/upgrade/functions.php' for inclusion (include_path='.:/opt/lampp/lib/php') in /opt/lampp/htdocs/wp-config.php on line 85
dieta del gruppo sanguigno: seppioline al nero con crema di patate

SEPPIOLINE AL NERO CON CREMA DI PATATE ALLO ZAFFERANO

Gluten-Free(633)_200x0 symbol_laktosefrei senzauovosugarfreegruppoBgruppoAB

Buone le seppioline al nero, un mollusco riservato alla dieta del gruppo sanguigno dei gs B AB, per questo le ho accompagnate con una delicata crema di patate, arricchita dallo zafferano.

Dal punto di vista nutrizionale la seppia presenta valori molto simili ai così detti “pesci magri”: ricchissima di vitamine A, B1, D, fosforo, potassio, calcio e proteine che ne fanno un ottimo alimento per la dieta del gruppo sanguigno. Dato che è un alimento ricco di fibre, la seppia può risultare dura da masticare; in cambio però è facilmente digeribile.

seppioline-al-nero-con-crema-di-patate-6

Come sceglierla: le seppie, al mercato, non si presentano di bell’aspetto: un poco per la loro mostruosa forma, e poi perché quasi sempre imbrattate del loro tipico nero; ma sotto queste mentite spoglie nascondono una piacevole sapidità, più marcata quanto più fresco è il prodotto. Generalmente sono vendute fresche (complete con la sacca dell’inchiostro) o congelate.
Quando si acquista la seppia, è bene controllare che abbia un colore iridescente, non presenti macchie particolari sul corpo ed odori di mare; diffida dal comprare invece seppie dalle carni non sode, e prestate attenzione che gli occhi siano ancora di un nero lucente. Per valutarne al meglio la freschezza si può osservare l’inchiostro: se è rappreso significa la seppia è stata congelata.
Come prepararla al meglio: prima di pulire le seppie indossa guanti in lattice, in modo da non sporcarti le mani di inchiostro. Innanzitutto separa il corpo della seppia dalla testa tenendo ferma quest’ultima con una mano e tirando, con delicatezza, la punta della sacca: verranno via anche la maggior parte degli intestini. Dopo quest’operazione, puoi asportare gli occhi tagliandoli con una forbice, e occorre togliere il “becco”. Procedi poi con la pulizia della sacca interna estraendo l’osso che va semplicemente sfilato, tirando verso l’alto. A questo punto togli la sacca dell’inchiostro con il nero che va asportata delicatamente per non romperla e mettila da parte. Come ultima operazione occorre pelare la sacca interna afferrandola per un lembo e tirando via la pelle.
come conservarla: la seppia si conserva perfettamente congelata: anche se perde un poco di sapore, la seppia surgelata risulta più tenera di quella fresca, lo stesso dicasi per la sacca dell’inchiostro che può essere utilizzata immediatamente per condire paste e risotti o congelata per utilizzi futuri.
cotture e dimensioni: contrariamente a quanto si possa supporre maggiori sono le dimensioni delle seppie e più tenere sono le carni, ovviamente i tempi di cottura non dovranno essere molto lunghi altrimenti le seppie di induriranno assumendo una consistenza gommosa.

seppioline-al-nero-con-crema-di-patate-2

ingredienti

per le seppie
1 kg di seppie piccole
2 ciuffi di prezzemolo
5 cucchiai di olio extravergine d’oliva
1 spicchio d’aglio
1,25 dl di vino bianco secco
sale e pepe

per la crema di patate

500gr patate farinose

20gr scalogno tritato

olio evo

una bustina di zafferano

vino bianco secco

sale

pepe di cayenna per gs B (facoltativo)

 

fai la crema di patate

seppioline-al-nero-con-crema-di-patate-3

Fai lessare le patate con la buccia a partire da acqua fredda salata fino a quando sono tenere. Scola e passale in forno ad asciugare. Poi sbucciale e passale al passapatate. Fai appassire lo scalogno in un velo d’olio caldo, unisci le patate e lo zafferano sciolto in poco vino bianco. Mescola e fai cuocere qualche minuto, regolando di sale. Frulla il tutto fino ad ottenere una crema fluida e lucida, montando con olio versato a filo nel frullatore.

fai le seppioline
Pulisci le seppie eliminando occhi, becco corneo e l’osso interno; togli delicatamente le sacche del nero e tienile da parte.
Lava accuratamente le seppie sotto acqua corrente e asciugale tamponandole con carta assorbente da cucina. Fai scaldare in una casseruola l’olio con lo spicchio d’aglio sbucciato. Eliminalo appena prende colore, uniscile seppie, regola di sale e pepe.
Lascia cuocere a fuoco moderato per circa 15 minuti mescolando finché sarà evaporata la loro acqua.
Bagna con il vino, aggiungi l’inchiostro di 3-4 sacche, rigira e lascia sul fuoco per circa 20 minuti, fino a quando il loro sughetto si sarà addensato, infine profumate con il prezzemolo.

monta il piatto

seppioline-al-nero-con-crema-di-patate-4

Disponi uno specchio di crema di patate sul piatto, sopra le seppioline , se vouoi gs B, anche pepe di Cayenna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *