Warning: include(/opt/lampp/htdocs/wp-content/upgrade/functions.php): failed to open stream: No such file or directory in /opt/lampp/htdocs/wp-config.php on line 85

Warning: include(): Failed opening '/opt/lampp/htdocs/wp-content/upgrade/functions.php' for inclusion (include_path='.:/opt/lampp/lib/php') in /opt/lampp/htdocs/wp-config.php on line 85
dieta del gruppo sanguigno: sarde a beccafico alla catanese

SARDE A BECCAFICO ALLA CATANESE

Gluten-Free(633)_200x0 symbol_laktosefreisugarfree gruppo0gruppoAgruppoBgruppoAB

Un piatto che amo molto, con un pesce economico eppure ricchissimo di nutrienti. Perchè a “beccafico” ? dice un antico studioso del folklore catanese :  “il “beccafico” è un uccelletto bigiognolo, avido di fichi maturi, e quindi “sarda a beccafico” vuol essere un omaggio ittico all’uccelletto buongustaio, purché le sarde stiano una sopra e l’altra sotto, aperte a linguata, ed in mezzo ci sia la farcia, come accade da tempo immemorabile, dopo aver tolto la testa e lisca, e averle messe a macerare entro l’aceto forte.”  Piatto considerato ” povero”, che si ispirava a una portata della cucina dei monsù, richiestissima dai nobili, il suddetto beccafico, uccelletto cotto al forno, ripieno di mollica, uvetta e pinoli. La genialità della disperazione dei poveri ha suggerito, come alternativa, l’utilizzo delle comuni ed economiche sarde. Di qui il nome della ricetta, che sembra facile, ma, come accade per i piatti più semplici, si regge su un fragile equilibrio di panatura e cottura. Quella che ti propongo qui di seguito è la versione catanese, senza uvetta, declinata nella cucina per gruppi, una variante della più conosciuta versione palermitana. C’è una piccola  associazione non corretta: pesce + latticini, ma la quantità di pecorino è veramente esigua sulle porzioni. Puoi ometterlo senza rimpianti e ti assicuro sono molto saporite e croccanti all’esterno, rimanendo morbide all’interno.

sarde a beccafico 7

Le quantità sono indicative, come in tutti questi tipi di piatti casalinghi e buonissimi., che ben si sposano alla dieta del gruppo sanguigno.

ingredienti

per le sarde

800 sarde fresche

50 pecorino (facoltativo)

pane grattato di mandorle o quinoa

pinoli tostati tritati grossolanamente (no B AB)

utilizza mandorle

aglio

aromatiche(finocchietto, santoreggia)

2 uova

farina di mandorle

foglie di alloro

fette di limone

buccia e succo di limone

olio evo

acidulato di umeboshi

pepe a mulino (no A AB)

stecchini lunghi

per i pomodorini e i peperoni panati

8 pomodori ramati (no A, B)

3 peperoni piccoli, tipo palermitani (no AB)

pane grattato di mandorle o quinoa

noci tritate

cipollotto fresco tritato

origano

olio evo

pepe a mulino (no A AB)

sale

fai le sarde

sarde a beccafico 2

Priva le sarde di interiora, testa e liscia; lavale e asciugale con carta cucina. Fai marinare i filetti di sarde con gocce di acidulato di umeboshi per almeno 30 minuti. Prepara ora il ripieno, che deve essere morbido, con la mollica leggermente atturrata cu’ n’anticchia d’ogghiu bbuonu, le aromatiche e l’aglio tritato, il pecorino, i pinoli tostati e sale e pepe a piacere.

Ora ricopri il lato interno di tutte le sarde con il composto di pangrattato e chiudile a due a due, con il lato della pelle sull’esterno, premendo con il palmo delle mani. Quindi passa le sarde accoppiate nell’uovo leggermente sbattuto con sale e pepe e infine nella farina di mandorle.

Piega le sarde imbottite e infilale a due a due in uno stecchino lungo, intervallate da foglie di alloro e fette di limone. disponile su una pirofila da forno, ungi leggermente con olio e inforna a 180 °C per circa 12 minuti, o fino a quando le vedi dorate.

sarde a beccafico 5

fai i pomodori e i peperoni panati
sarde a beccafico 4

Taglia a metà i pomodori orizzontalmente, svuotali dei semi e salali all’interno; capovolgili e lasciali su un tagliere a perdere l’acqua di vegetazione. Taglia a metà anche i piccoli peperoni , privali di semi e filament i e salali al”interno. Prepara una panure con il pane di mandorle o quinoa tritato, le noci, il cipollotto, origano, sal, pepe e olio evo. Riempi i pomodori e i peperoni, disponi in una pirofila da forno, ungi con olio e inforna a 180 C° per 20 minuti circa.

sarde a beccafico 6

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *