Warning: include(/opt/lampp/htdocs/wp-content/upgrade/functions.php): failed to open stream: No such file or directory in /opt/lampp/htdocs/wp-config.php on line 85

Warning: include(): Failed opening '/opt/lampp/htdocs/wp-content/upgrade/functions.php' for inclusion (include_path='.:/opt/lampp/lib/php') in /opt/lampp/htdocs/wp-config.php on line 85
L'UOVO POCHE'! - dentrolacucinaconsara

L’UOVO POCHE’!

Gluten-Free(633)_200x0 symbol_laktosefrei sugarfreegruppo0gruppoAda testare, con varianti per gsgruppoBgruppoAB

Ci sono molti alimenti che non sono ancora stati testati e registrati nè da Peter D’Adamo, nè dal dr Mozzi : i cardi    sono uno di questi. Il mio modo di accostarmi a questi alimenti è quello di capire innanzitutto se fanno parte di famiglie alimentari simili ad altre già testate, poi di testarli su di me ,da soli, e vedere cosa succede.

cardi e uovo pochè 4

Dunque i cardi hanno un sapore fortemente simile a carciofi e topinambur, e consistenza simile al sedano. Il buonsenso mi dice che probabilmente non sono indicati per gs B e AB, mentre per gs A e noi gs 0 sono da testare. Hanno numerose qualità simili a quelle del carciofo, ovvero depurativi per il fegato, antiossidanti, antinfiammatori, ottimi per l’attività della cistifellea (e quindi nocivi per chi la cistifellea non l’ha più) e benefici per chi ha problemi di psoriasi. Si ossidano molto velocemente, quindi bisogna lavorarli in acqua acidulata.

I gs B e AB li sostituiscano con cavolfiore cotto a vapore, che si presta perfettamente a sostituire i cardi in questo semplice e buonissimo piatto.

E veniamo al mitico uovo pochè: un modo sanissimo e gustoso di mangiare le uova fresche e di origine certa. Non è così immediato prepararlo, la cottura che ho elaborato è una via di mezzo tra l’uovo in camicia e il classico uovo pochè alla francese: l’uovo in camicia si prepara creando un mulinello di acqua quasi bollente con gocce di limone/acidulato di umeboshi/ aceto (solo B) in una casseruola, con un cucchiaio, e poi versando l’uovo al centro del mulinello, cercando di raggruppare l’albume che si solidifica intorno al tuorlo. Spesso il tuorlo non rimane al centro e si formano molti filamenti di albume, con un risultato abbastanza incerto. L’uovo pochè alla francese si fa cuocere nell’acqua al piccolo bollore in un piccolo contenitore (tipo tazzina di caffè) per 7/8 minuti, fino a quando l’albume è rappreso. Nella cucina professionale si usano piccoli contenitori apposta, oppure dei coppapasta, oppure la pellicola alimentare, quella che può subire sbalzi termici (la puoi trovare in qualsiasi supermercato).

cardi e uovo pochè 0

Ho elaborato un sistema misto infallibile: tazzina + pellicola; le tue uova pochè verranno belle tonde e cotte perfettamente!.

per quanto riguarda il fior di sale ti rimando a questa ricetta.

indice glicemico dei principali ingredienti Se vuoi scaricare le tabelle complete vai qui.

uova aglio  olio burro cardi  cavolfiore cavolo nero toscano
0 15 0 0
20? 15 15

ingredienti

un uovo a porzione

150gr di cardo a porzione (no B AB)

(sostituisci con cavolfiore 100gr)

limone succo

50gr cavolo nero toscano a porzione

20gr di burro al tartufo a porzione (no A AB)

(sostituisci con olio al tartufo)

fior di sale (o sale fino)

prepara gli ortaggi

Prepara una boule con acqua fredda e succo di limone. Monda i cardi : togli le coste più coriacee e la superficie di quelle filamentose con un coltellino e tuffali man mano nell’acqua acidulata. Tagliali poi a rondelle spesse e sghembe.  Falli cuocere a vapore o in acqua bollente salata fino a quando sono teneri, poi tienili in caldo. Monda e fai lessare il cavolo nero toscano. Tieni anche questo in caldo. Fai lo stesso se utilizzi cavolfiore a cimette.

cimentati nell’uovo pochè!

cardi e uovo pochè 3

Procurati una scoldellina di vetro/tazzina di caffè a testa. Vanno bene anche le formine dei muffins in silicone. Ritaglia un quadrato di pellicola da 20cm di lato per ogni uovo e spennellalo con pochissimo olio o burro al tartufo. Sguscia un uovo freschissimo all’interno della pellicola, richiudendo subito i quattro lati e arrotolandoli in alto. cardi e uovo pochè 0 bis Deposita il sacchettino nella tazzina. Prepara una casseruola larga che possa contenere tutte le uova che hai preparato con abbondante acqua e portala al piccolo bollore, unendo qualche goccia di succo di limone. Deposita le tazzine sul fondo della casseruola, l’acqua deve coprire tazzine e uovo. Lascia bollire fino a quando l’albume è tutto rappreso. Estrai il sacchettino e aprilo, preleva il tuo uovo pochè con un cucchiaio.

Bisogna ungere leggermente la pellicola altrimenti in cottura potrebbe attaccarsi all’albume. In questo modo molto facilmente preleverai l’uovo cotto dalla pellicola.

monta il piatto

Poni al centro del piatto il cavolo nero, sopra il cardo o il cavolfiore, sopra il tuo uovo pochè, sopra il burro (sciolto) o l’olio al tartufo e qualche scaglia di fior di sale.

cardi e uovo pochè 3

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *