Warning: include(/opt/lampp/htdocs/wp-content/upgrade/functions.php): failed to open stream: No such file or directory in /opt/lampp/htdocs/wp-config.php on line 85

Warning: include(): Failed opening '/opt/lampp/htdocs/wp-content/upgrade/functions.php' for inclusion (include_path='.:/opt/lampp/lib/php') in /opt/lampp/htdocs/wp-config.php on line 85
i pilastri della mia cucina - dentrolacucinaconsara

i pilastri della mia cucina

se hai letto la mi storia, QUALCOSA DI ME saprai perchè nella mia cucina utilizzo

l’alimentazione secondo i gruppi sanguigni

adottando questo sistema alimentare non mangio e non cucino

il glutine

ovvero ciao a pane e pasta e torte con farina di semola o di grano tenero , comprese le preparazioni con gli ingredienti scritti in piccolo,  ma neanche farro, kamut,  e nemmeno il seitan. L’avena sì, è stata dichiarata tollerabile anche per i celiaci. Sto alla larga dai prodotti  “gluten free”, molto lavorati ,zeppi di mais e ingredienti di vario e dubbio genere (carragenine, maltodestrine, olio di palma…).

cucino raramente

formaggi e latticini

adoravo  i formaggi, non li mangio più, sbafavo lo yogurt greco, il gorgonzola , il Parmigiano Vacche Rosse e a Natale il mascarpone….hahahahaha. troverai nei  libri che amo un paio di pubblicazioni molto interessanti sui danni del latte. Eppure non posso fare a meno di dedicarmi a ricette deliziose contenenti ricotta o formaggi di capra e pecora.

maiale bye bye

me lo chiedo anch’io: “perchè Dio ha inventato il Culatello?” eppure il maiale non è adatto all’alimentazione umana.. ne riparleremo più avanti.

In alcune preparazioni che vogliono il salume utilizzo sfilacci di cavallo , carne saladabresaola di manzo o capra oppure affettato di tacchino.

insomma, avendo fatta “mia” l’alimentazione secondo i gruppi sanguigni, ho sviluppato una cucina che si basa su alcuni altri “pilastri”:

le combinazioni alimentari

ovvero non cucino la carne rossa con il riso o i latticini, il riso  con zuccheri, la zucca con il riso, il riso con le lenticchie, i legumi con i latticini, la frutta con i cereali, raramente amidi con amidi…. se ti interessa approfondire vai agli schemi che ho elaborato. Il motivo è il caos digestivo e la conseguente produzione di tossine che queste combinazioni scellerate provocano nel nostro corpo.

l’indice glicemico

ovvero una carota cotta o l’innocente riso bianco bollito fanno alzare di brutto la glicemia, tutti gli amidi pure…invece la frutta secca l’abbassa…. se congelo il pandolce di quinoa a fette e lo tosto successivamente la mia glicemia sarà contenta…se ti interessa guarda il sito di Montignac 

nolasoyano

per mia scelta personale non cucino e non mangio soya, alimento al 90% ogm e rallentatore della tiroide e del metabolismo. Qualche volta utilizzo shoyu gluten free o tamari di qualità o il latte di soya. Per la voglia di umami (e il glutammato di sodio che inevitabilmente si porta), cucino al meglio le carni.

torta di mandorle

gli zuccheri

pochi pochissimi. Preferisco comunque usare lo zucchero di barbabietola o la melassa di barbabietola e raramente lo zucchero di canna, mai lo xilitolo, non indicato secondo l’alimentazione dei gruppi sanguigni. Ovvero  secondo questa alimentazione, l’organismo gestisce meglio la carica glicemica dello zucchero bianco piuttosto che le lectine degli altri dolcificanti suddetti. La stevia pura non mi permette di montare alcune preparazioni dolci oltre ad avere un sapore che, a mio parere, altera il gusto, eppure è ottima per alcuni dessert al cucchiaio e alcuni biscotti. Ivy Moscucci nel suo ottimo blog,  Dolce senza zucchero la usa e ne parla molto approfonditamente.

i grassi

Dio ha creato un sacco di grassi buoni (quelli insaturi:ex le olive per olio extravergine, le noci,le mandorle, la ventresca del tonno, il salmone) e l’uomo quelli cattivi: (quasi tutti quelli saturi: ex patatine fritte, lardo, margarina, oliacci idrogenati, taleggio, tutti i cosiddetti junk foods..). quelli buoni fanno bene e non fanno ingrassare… e io li uso.

…compreso il ghee, ovvero il burro chiarificato indiano, ampiamente usato nella cucina/medicina ayurvedica, privo di caseina e lattosio. Poco comunque .

la scelta degli alimenti

quasi inutile dirlo: di provenienza certa, stagionali, freschi

meno scontato: di buon sapore, di indice glicemico basso, (a parte lo zucchero) e semplici (ovvero uso pochissimi ingredienti già composti), cotti e tagliati nel modo migliore per esaltarne proprietà organolettiche e bellezza.

spaghetti di zucchine base 2 (2)

I love veg & raw

certamente! sono un GRUPPO SANGUIGNO 0, quindi la mia alimentazione personale si basa su carne, pesce, ortaggi, semi e frutta secca. Prendo atto quotidianamente sui blog di quanto i vegetariani/vegani/crudisti detestino le persone che mangiano carne, eppure io ho appreso e continuo ad apprendere tecniche meravigliose dalla loro cucina, che fa risaltare al massimo gli alimenti vegetali, quali l’essicazione, l’uso dell’estrattore, le non cotture, i germogli e alcuni addensanti naturali.

e…..dopo averli cucinati QUANDO li mangio??

la frutta o preparazioni contenenti la frutta li mangio la mattina. La frutta è una brutta bestia, se la mangi a seguito di amidi e carboidrati diventa un bel bolo fermentato e il nostro apparato digerente dovrà sudare 7 camice per smaltirlo. Meglio al limite associata a proteine e possibilmente non dopo il primo pomeriggio. Stesso dicasi per i dolci. anche un bel risotto con i frutti di mare (riso indice glicemico alto) è una marpazza mangiato di sera. Così come i legumi e gli altri cereali (glutenfree) e pure quinoa e grano saraceno….. a meno chè…. dopo tu non vada in palestra o a ballare o a camminare….

divide et impera….. ma quando mai???

ovvero, le mie ricette e quelle degli altri. Faccio un blog e sarò felice qualora le mie ricette vengano stracopiate, ribaltate,manomesse o utilizzate pubblicamente citando la fonte. Sono a favore dell’unione culinaria, mi sento proprietaria solo di me stessa, della mia unicità, e lieta di condividerla nelle lezioni di cucina. Continuamente imparo dagli altri, dalle mamme, dalle nonne, dagli chef stellati, dal macellaio, dai miei stessi allievi… e d’altra parte utilizzo le ricette altrui e dove mi è possibile linkerò le fonti, per arricchire ulteriormente la tua fame culinaria.

e ancora, come dice il grande Canavacciuolo nel suo libro sui ristoranti: se faccio io una ricetta non sarà mai uguale alla tua e viceversa, anche utilizzando gli stessi ingredienti….

un esempio, il mio caro amico Walter

risotto al pesce persico, salvia pastellata

sgarrare o yeah! (raramente)

detto tutto questo, poichè adoro il buon cibo, come gestire gli sgarri?????. Non tengo nella dispensa privata e professionale alimenti nocivi e quindi non li cucino. “Raramente” per me significa oggi un paio di volte al mese. Quindi se sono a Zibello è molto probabile che mi gusterò con gioia e tripudio un bel piatto di Culatello. Se mi capita di essere nelle vicinanze di una meravigliosa mozzarella di bufala ne assaggerò un pezzo. Se incorro in una ricotta superlativa, “una tantum” preparerò un dessert che la contiene, se vado a trovare la mia amica genovese che abita accanto a una delle migliori panetterie di Genova, un quadrato succulento di “fugassa” passerà tra le mie fauci….

libertà e consapevolezza in cucina

questo blog è il frutto unico della mia cucina, della mia esperienza diretta, del mio modo di accostare il cibo oggi. Non sono una dietologa, nè una nutrizionista. Condivido la cucina che sto sperimentando, ricchissima, saporita, nutriente, sana. Superflua qualsiasi discussione su carne si carne no, carboidrati,zuccheri, grassi….  grazie!

torta monferrina (2)

benvenuti…..