Warning: include(/opt/lampp/htdocs/wp-content/upgrade/functions.php): failed to open stream: No such file or directory in /opt/lampp/htdocs/wp-config.php on line 85

Warning: include(): Failed opening '/opt/lampp/htdocs/wp-content/upgrade/functions.php' for inclusion (include_path='.:/opt/lampp/lib/php') in /opt/lampp/htdocs/wp-config.php on line 85
dieta del gruppo sanguigno: filetti di cernia panati alla quinoa

FILETTI DI CERNIA PANATI ALLA QUINOA

Gluten-Free(633)_200x0lactofree  senzauovosugarfreegruppo0gruppoAgruppoBgruppoAB

La cernia è un ottimo pesciolone benefico per la dieta del gruppo sanguigno, ricca di fosforo e potassio e altri minerali preziosi. E’ ottima cucinata al forno o in umido. Ti presento una ricetta sfiziosa , con una panatura a base di quinoa. Di contorno alghe e dajkon, per completare l’apporto “marino”.  Il pesce è uno degli alimenti base della dieta del gruppo sanguigno.

Il daikon grattugiato, conosciuto come daikon oroshi, in Giappone viene consigliato alla fine di pasti  ad elevato contenuto di grassi; questa radice infatti, favorisce la digestione di fritture e alimenti pesanti ed è considerato un vero e proprio bruciagrassi naturale. Viene, inoltre, ritenuto un valido aiuto per la salute del fegato.

Vanta proprietà diuretiche, depurative e drenanti ed è considerato un buon mucolitico. Ha un contenuto calorico molto limitato ed è particolarmente ricco di vitamina C. È indicato in caso di inappetenza, digestione lenta, meteorismo e gonfiore intestinale. Viene, inoltre, consigliato contro nausea e vomito e può dunque essere un prezioso alleato anche delle donne in gravidanza quando, soprattutto durante il primo trimestre, subentrano questi disturbi.

La HIjiki è un’alga ricca di calcio consumata in piccole quantità dai giapponesi. Ottima per purificare il sangue, ha un sapore molto deciso ed è utile per rinforzare l’organismo. Si tratta di un’alga bruna, dal sapore deciso e dai grandi pregi nutritivi, avente foglie di forma cilindrica, nere e dure, che crescono a profondità maggiori rispetto alle altre alghe e possiedono il maggior tenore di minerali e oligoelementi. La Hijiki è un’alga ricchissima di calcio, ne contiene, infatti, molto di più del latte vaccino. I minerali e gli oligoelementi presenti la rendono un’alga particolarmente apprezzata in oriente e nutriente. Possiede, infatti, anche notevoli quantità di potassio e ferroSimili alle foglie del tè, il loro volume aumenta quando lasciate in ammollo. Vendute nei negozi specializzati e orientali, sono seccate e impacchettate. 

Una volta ammollate si espandono molto, aumentando fino a cinque volte il loro volume; sono ottime fatte saltare con un filo d’olio e cipolle o altre verdure. È un’alga di rigenerazione per eccellenza: è cicatrizzante, rinforza, facilita l’abbassamento del tasso di colesterolo, previene la carie dei denti, limita i capelli bianchi. Questa alga tonifica il corpo e purifica il sangue, mantenendo costante il livello degli zuccheri. Inoltre rinforza le funzioni respiratorie, digestive, riproduttive ed escretorie, nonché contribuisce ad innalzare le difese immunitarie. Le hijiki sono sempre state consumate in piccole quantità dai giapponesi, dove sono note perché esaltano la bellezza e rendono i capelli forti, lucidi ed elastici.

ingredienti

per la cernia

4 tranci di filetto di cernia

100gr quinoa

200ml acqua

1cm radice di zenzero grattuggiata

30 gr mandorle tostate tritate

aromatiche (santoreggia, timo, finocchietto)

olio evo

sale

per il contorno

200gr radice di dajkon

15gr alga iziki o altre alghe a piacere

olio di vinacciolo

sale

prepara la quinoa e cuoci la cernia

cernia-panata-alla-quinoa-1-1

Dilava la quinoa dalle saponine sotto l’acqua fredda. Grattugia lo zenzero. Metti la quinoa a cuocere con l’acqua indicata e lo zenzero, regolando di sale. Cuoci a fuoco basso con coperchio, per circa 20 minuti, poi spegni e lascia gonfiare. Mescola la quinoa con le aromatiche, le mandorle e un filo di olio evo. Ungi i filetti di cernia dalla parte della pelle e disponili su una teglia con carta forno. Cospargi con uno strato di quinoa e cuoci in forno a 200 °C per circa 6/8 minuti. Il pesce dovrebbe essere leggermente gratinato in superficie (di quinoa).

prepara il contorno

Ricava delle strisce sottili di dajkon con un pelapatate apposito. Fai reidratare le iziki in poca acqua, per circa 15 minuti. Scola e mescola al daikon, con un filo d’olio e regolando di sale. Forma dei mucchietti su carta forno oleata e inforna per circa 8 minuti a 180 °C.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *