Warning: include(/opt/lampp/htdocs/wp-content/upgrade/functions.php): failed to open stream: No such file or directory in /opt/lampp/htdocs/wp-config.php on line 85

Warning: include(): Failed opening '/opt/lampp/htdocs/wp-content/upgrade/functions.php' for inclusion (include_path='.:/opt/lampp/lib/php') in /opt/lampp/htdocs/wp-config.php on line 85
CRACKERS AI GERMOGLI - dentrolacucinaconsara

CRACKERS AI GERMOGLI

Gluten-Free(633)_200x0 vegan 10184181485_fc7826e504_ogruppo0gruppoAgruppoBgruppoAB

 I crackers di queste farine “alternative” sono decisamente più buoni dei pani, che rimangono comunque “gnucchi” è inutile raccontarsela. Anzi questi crackers sono più buoni di quelli che abbiamo sempre mangiato, fatti con farine vuote, con indice glicemico elevatissimo, fautori di colesterolo alto e ciccia.

Puoi farli con la farina che più ti piace (miglio, quinoa, amaranto,grano saraceno), meglio non quella di riso, che ti ricordo ha IG 95, e aggiungerci semi e frutta secca a piacere, secondo il tuo gs. Si conservano benissimo per settimane in barattoli di vetro, e tritandoli puoi utilizzarli per le panures. La presenza di fiocchi o soffiati (miglio, riso, quinoa), nonostante l’operazione di fioccatura alzi notevolmente l’IG, rendono i carckers più croccanti.I germogli freschi (azuki, rucola, semi …) conferiscono freschezza al composto, oltre ad essere una fonte ricchissima di vitamine e minerali. Utilizza quelli adatti al tuo gs.

germogli di ravanello 1

Prova anche anche farne una versione più rustica senza tritare i semi e la frutta secca e facendoli meno sottili, come questi qui sotto, con aggiunta di semi di chia.

crackers azuki germogliati e sesamo

indice glicemico dei principali ingredienti. Se vuoi scaricare le tabelle complete vai qui.

amaranto soffiato farina di amaranto farina di quinoa mandorle semi di zucca semi di sesamo olio
70 40 40 15 25 35 0

ingredienti

200gr farina di amaranto (no B)

(sostituire con farina di quinoa)

50gr fiocchi di amaranto (no B)

(sostituire con fiocchi di quinoa)

15gr semi di chia (facoltativo)

50gr germogli di fagioli azuki (no B AB) o altri  germogli con radice e tutto tritati

(sostituire con germogli del tuo gs)

30gr semi di sesamo (no B AB)

(sostituire con semi di canapa)

30gr semi di zucca (no B AB) tritati

(sostituire con noci del brasile)

30gr mandorle tritate

20ml olio di vinacciolo + per spennellare il composto

acqua tiepida qb

sale a piacere

fai i crackers

Mescola tutti gli ingredienti secchi, l’olio e i germogli nell’impastatrice. Aziona e versa a filo acqua fino ad ottenere un impasto morbido e omogeneo. Fai riposare a temperatura ambiente almeno mezz’ora. Distendi l’impasto su carta forno unta d’olio, che andrà dentro una teglia rettangolare. Stendi uniforme con il mattarello o con un rullo a mezzo cm di altezza.crackers di quinoa e germogli di ravanello 3 Ungi anche il mattarello durante questa operazione. Con una rotella liscia taglia l’impasto steso a quadrati o rettangoli o nella forma che più ti piace. Inforna 30/35 minuti circa a 180 °C. Si seccheranno completamente quando li tiri fuori dal forno. Attendi che si raffreddino e poi staccali con le mani. Conservali in un vaso di vetro per pochi giorni o congelali.

crackers di quinoa e germogli di ravanello

 

 

2 comments

  1. ciao Sara,vorrei provare ad usare l amaranto per i crackers ma ho dei dubbi su come preparare questo pseudo cereale alla lavorazione, devo lavarlo molto bene e poi lo aggiungo direttamente agli altri ingredienti ??? E,cos’è la fioccatura ??? Grazie

    1. ciao Valentina, perdona il ritardo nella risposta, ho giorni pienissimi. nella ricetta c’è farina di amaranto, che puoi trovare nei negozi bio oppure realizzare tu con semi di amaranto se hai un bimby o un macinino da caffè potente. nei crakers e nei pani aggiungo sempre fiocchi di cereale, in questo caso fiocchi di miglio, che puoi trovare già pronoti sempre nei negozi bio. A casa è impossibile prepararli , a meno che un non abbia una macchina fioccatrice appunto, cioè che li schiaccia n modo da diventare fiocchi. Oppure uso anche soffiati di pseudocereali (amaranto soffiato, quinoa soffiata, come il riso soffiato, sempre reperibile nei negozi bio. Fiocchi e soffiati alleggeriscono questi impasti di pseudo-cereali notevolmente. 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *