Warning: include(/opt/lampp/htdocs/wp-content/upgrade/functions.php): failed to open stream: No such file or directory in /opt/lampp/htdocs/wp-config.php on line 85

Warning: include(): Failed opening '/opt/lampp/htdocs/wp-content/upgrade/functions.php' for inclusion (include_path='.:/opt/lampp/lib/php') in /opt/lampp/htdocs/wp-config.php on line 85
dieta del gruppo sanguigno: bunet con crumble alle fave di cacao

BUNET CON CRUMBLE DI MANDORLE

Gluten-Free(633)_200x0 symbol_laktosefrei gruppo0gruppoAgruppoBgruppoAB

Un altro dei miei dessert preferiti al cucchiaio è il bunet, squisitezza piemontese di cacao, latte e nocciole. L’ho accompagnato ad un crumble con fave di cacao e armelline, che ben si sposa alla morbidezza del budino.

Le fave di cacao sono il seme della pianta, cacao purissimo e profumato, dal sapore intenso e benefiche.

Le armelline sono i semi contenuti nel nocciolo delle pesche e delle albicocche; leggermente amarognole sono usate per fare gli amaretti e altre basi di pasticceria. Contengono amigdalina, una sostanza che si trasforma in acido cianidrico, ovvero qualcosa di non proprio salutare: in in realtà  fonti dicono che hanno forti proprietà antitumorali (vitamina B 17)… 

Puoi fare il crumble e conservarlo in un vaso di vetro,mettendoci la frutta secca più indicata per il tuo gruppo sanguigno, e accompagnarlo a frutta sciroppata, utilizzarlo come base per cheese cakes… oppure mangiarlo come snack: è buonissimo.

Dalla tradizione piemontese, dolcemente alla dieta del gruppo sanguigno.

bunet e crumble di 1 tris

Due parole sul caramello:ci sono decine di procedure nel web per fare il caramello, poi spesso in cottura vetrifica e ti ritrovi il flan il budino raffreddato con sotto un disco di caramello indurito. Per ottenere un caramello stabile e liquido, procedi come ti indico sotto: la ricetta è del grande Luca Montersino, maestro pasticcere e insegnante di cucina tra i migliori in Italia.

Ancora una volta ti faccio notare quanto i processi di trasformazione dell’alimento influiscano sull’indice glicemico: la quinoa in chicchi è in un range basso (35), trasformata in farina medio (40), quando è soffiata ha un ig pari allo zucchero (70).

bunet e crumble 2

indice glicemico dei principali ingredienti Se vuoi scaricare le tabelle complete vai qui.

latte / farina di mandorle uova cacao amaro  quinoa soffiata nocciole zucchero  mandorle amaretti senza farina
 25 0 20 70 25 70 15 medio

ingredienti

per il bunet

250ml latte di mandorle

60gr zucchero semolato

40gr amaretti secchi senza farina

40gr  cacao amaro

7 fave di cacao tritate (facoltativo, puoi sostituire con 20gr di cioccolato extrafondente)

40gr nocciole tritate (no B AB)

sostituisci con mandorle

3 uova

20ml rum/marsala

per il caramello

125gr zucchero semolato +

30ml di acqua

80 ml di acqua bollente

per il crumble alle fave di cacao

90gr amaretti secchi senza farina sbriciolati

80gr mandorle con buccia tritate grossolanamente

30gr di armelline (mandorle amare) tritate

(se non le hai aumenta le mandorle con buccia)

30gr quinoa soffiata

20 fave di cacao tritate grossolanamente

20gr olio di vinacciolo

30gr zucchero semolato

2 tuorli

buccia di limone tritata

fai il caramello

Metti in un casseruolino lo zucchero con  i 30 ml d’acqua a fuoco dolce senza mescolare e senza toccarlo con il cucchiaio…. resisti. Quando diventa biondo e bolle aggiungi di colpo l’acqua bollente (gli 80 ml) facendo attenzione a non schizzarti : otterrai un caramello liquido e stabile. Fai rimanere il caramello color miele e versalo subito nello stampo o negli stampini monoporzione facendo roteare per raggiungere le pareti.

fai il bunet

Mischia gli ingredienti secchi: amaretti, fave di cacao, nocciole tritate. Monta i tuorli con lo zucchero a lungo, incorpora il cacao e il rum. Unisci a filo, sempre con le fruste in azione, il latte di mandorle. Incorpora anche gli ingredienti secchi. dai una girata con la spatola per sciogliere la schiuma. versa nello stampo con il caramello e inforna a 160 °C per circa 30 minuti. Non deve seccare la superficie. Se usi stampini monoporzione basteranno circa 20 minuti. Fai la vecchia, cara prova stecchino.

fai il crumble

bunet e crumble 1 bis

Mischia tutti gli ingredienti secchi. Monta a parte i tuorli con lo zucchero e incorpora successivamente l’olio di vinacciolo. Amalgama gli ingredienti secchi con il composto d’uova. Spennella con olio di vinacciolo un rettangolo di carta forno che vada sulla placca, distendici sopra il crumble, alto un paio di centimetri. Inforna a 170 °C per circa un quarto d’ora. Fai raffreddare e non mangiartelo appena uscito dal forno, anche se il profumo sarà irresistibile.

Sbriciola grossolanamente una parte del crumble. Ti servirà per il bunet. Il resto riponilo in un barattolo di vetro.

monta il piatto

bunet e crumble 4

Poni al centro una fetta di bunet e sopra il crumble. Affianca ananas fresco o pesche se ti piace.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *